Materie Prime

Il Benzoino. All’origine dei profumi orientali e degli odori balsamici

Nota di fondo in un profumo, quando si parla di sentori balsamici il benzoino è certamente una delle materie prime principali e più conosciute di questa classe di odori

4
Condividi
L’Oud. Il legno degli Dei e i suoi profumi

Oud (oudh) in profumeria significa atmosfere orientali e odori sensuali e animalici. Olio essenziale mitico, regala un’aura quasi magica ai profumi più preziosi

3
Condividi
Il Patchouli. L’ingrediente leggendario

Manifesto aromatico del movimento pacifista negli anni ’70, profumo amato dai “figli dei fiori”, il patchouli continua a ipnotizzare la haute parfumerie con il suo aroma narcotico e penetrante

5
Condividi
Il Fico. Il frutto proibito dell’Estate

Polpa zuccherina che ingolosisce la stagione del sole, nella parfumerie il fico è una nota verde e gourmand che delizia i profumi più dolci e poetici dell’estate

9
Condividi
La Vaniglia. Fiore di dolcezza e sensualità

Morbida e vellutata, la vaniglia non passa mai di moda. Una nota golosa che arrotonda, riscalda e rende più sensuali le fragranze dell’inverno

3
Condividi
Il Limone. Il principe delle note citriche

E’ sempre la prima a solleticare il naso. Dal carattere volatile, vivace e pungente, l’essenza del limone accende di luminosità i jus più freschi e gioiosi

3
Condividi
Il Mughetto, fiore innocente dall’aroma candido

Fiore portafortuna, timido e delicato, con il suo aroma candido il mughetto porta un tocco d’innocenza e soavità nel mondo del profumo

5
Condividi
Il Galbano, la verditudine del profumo

Profuma di erba appena tagliata ed è considerato l’ingrediente green per eccellenza, il galbano porta nei profumi una ventata di freschezza verde smeraldo

10
Condividi
La Tuberosa. Fiore dal profumo proibito

Tuberosa, la peccaminosa. Fiore dal fascino probito, il suo aroma mielato è talmente narcotico, conturbante che anticamente era vietato alle ragazze perbene

12
Condividi
L’Incenso. Un’invocazione fragrantica rivolta agli dei

Può un aroma diventare una preghiera silenziosa sulla pelle? Spirituale e sacro, l’incenso è un’invocazione odorosa che ascende al cielo e affascina gli dei

3
Condividi
Pagina 1 / 3