Flumen. A Roma l’arte del profumo emoziona

Come il fiume scorre sulla terra tracciando solchi indelebili, così un’essenza; essa percorre le vie del corpo e della mente lasciando tracce eterne nella memoria.”

Mancano pochissimi giorni all’apertura di uno degli eventi più attesi dagli appassionati di fragranze, la Milano Perfume Week, quattro giorni di fine marzo durante i quali la profumeria d’autore è pronta a stupire con le sue novità e i suoi grandi classici trasformando la città della Madonnina nella capitale internazionale del profumo. Le narici dei perfumisti, tutte indistintamente, in questi giorni puntano a Milano con un unico obiettivo: scoprire prima degli altri il brand rivelazione dell’anno, una smania che ultimamente aveva contagiato pure noi. Ma non quest’anno.

flumen profumi

Mentre tutti parlano di quello che accadrà a Milano, noi invece vogliamo andare controcorrente portandovi nel cuore della città eterna per raccontare il progetto di una maison italiana che ha tutte le carte in regola per conquistare l’olfatto degli amanti più esigenti della profumeria artistica: il suo nome è Flumen e si presenta con una collezione di dieci “parfum intense” che non si limitano a profumare la pelle, ma prima la conquistano e poi la attraversano per toccare e appassionare il cuore, facendo vibrare le corde più profonde dell’animo umano. Un’attitudine che si può intuire, prima di annusarla nel jus, dai nomi che accompagnano le fragranze: Ritratto Notturno, Rintocchi di Gioia, Poesia, Bramato Coraggio, Dama, Fugace Silenzio, Ancora Una Volta Soltanto, Utopia, Sorso di Quiete e Meraviglioso Istante.

Di tutti i sensi, l’odorato è quello che mi colpisce di più. Come fanno i nostri nervi a farsi sfumature, interpreti sottili e sublimi, di ciò che non si vede, non si intende, non si scrive con le parole? L’odore è come un’anima, immateriale.” – Marcel Hanoun

Nato nel 2013, il team creativo di questo brand è un gruppo di sfrenati osmonauti, cultori severi ed insaziabili dell’arte profumiera, delusi negli ultimi anni dalla marcata incapacità di emozionare delle creazioni proposte sul mercato. Da qui l’idea di restituire un significato più intenso e profondo all’esperienza sensoriale che ogni profumo dovrebbe sempre offrire. Avvalendosi del genio di nasi prestigiosi, i fondatori di Flumen hanno voluto ricondurre la profumeria d’autore alle proprie origini, al rispetto della qualità degli ingredienti, all’autenticità del prodotto e all’esclusività della creazione, proponendo una linea di Parfum Intense altamente evocativa che è possibile scoprire nel flagship store inaugurato nella Capitale a novembre 2015, in via della Fontanella di Borghese 41.

Nell’arte degli odori, ciò che più di tutto lo aveva interessato era la possibilità di ottenere artificialmente profumi del tutto identici a quelli in natura. Quasi mai, infatti, i profumi ci vengono dai fiori di cui recano il nome. Il profumiere che unicamente dalla natura traesse gli elementi della sua arte, non otterrebbe che un prodotto bastardo, privo di consistenza e di stile; dato che l’essenza che si ricava dalla distillazione del fiore non offre che una pallida e volgarissima analogia con la fragranza, con gli effluvi che la pianta sprigiona quando fiorisce in piena terra. Così, se si eccettua l’inimitabile gelsomino che si rifiuta ad ogni similitudine, ad ogni contraffazione, che rigetta persino ogni pressapoco, gli altri fiori sono riprodotti esattamente nella loro fragranza da alleanze di alcolati e di spiriti che involano al modello la sua stessa personalità e v’aggiungono quel nonnulla, quel tanto di più, quell’aroma inebriante, quel raro tocco che fa l’opera d’arte.” – Joris Karl Huysmans

flumen collezione

Una collezione che sembra uscita da uno dei brani più celebri di À Rebours. Flumen nasce dal desiderio di combinare l’antica arte del profumo con un concetto più prezioso ed evoluto di essenza. Infatti, le sue creazioni non vogliono essere una rappresentazione più o meno elaborata di fiori, frutti o legni. Piuttosto, si propongono attraverso complessi ma equilibrati accordi di note come una visione più intima del profumo che, in questo modo, cessa di essere una semplice miscela di essenze per diventare un vero e proprio strumento di comunicazione, invisibile ma potente, oltre che un dispensatore di bellezza e di piacere da condividere generosamente attraverso un abbraccio o con il semplice movimento del corpo. Grazie a Flumen, il profumo ritorna a essere un’estensione della personalità e dei pensieri, un sostituto privilegiato delle parole, dei gesti e dello sguardo che rivela, all’esterno, gli stati più profondi dell’animo. Il suo segreto? Non uno, ma molteplici. La solidità della base oleosa dei jus, la massima percentuale di essenza impiegata in ogni formula, un sillage quasi indelebile e una trama avvincente e mai scontata fanno sì che i Parfum Intense di Flumen siano una delle più belle scoperte degli ultimi tempi.

Concentrazione e Formato Collezione Flumen
Parfum Intense, 100 ml

Redazione Extrait.it, mercoledì 16 marzo 2016

Partecipa alla discussione

Angela Giordano ha detto:
venerdì 18 marzo 2016

Il corpo emana fluidi che si mescolano alle note del profumo e traccia scie indelebili di seduzione, un viaggio nell’essenza della sensualità.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime Novità

Un sequel dalla scia inebriante

L'ultimo capitolo della Mistica

Scopri di più su Flumen

Sentori d'Autunno

La donna romantica e l'uomo fascinoso di Flumen

Meraviglioso Istante

Concentrazioni che fanno sognare