Envoutant ~ Francesca Dell’Oro

Che profumo indossa la pelle di una Dea? Quali preziosi distillati possono davvero esaltare la bellezza e la grazia archetipica dell’incontro tra divino e terreno?

Francesca Dell’Oro sembra aver a lungo immaginato l’essenza di tale splendore olfattivo e, in collaborazione con il talentuoso Naso Karine Vinchon, ha intrapreso un viaggio intorno all’immaginario seduttivo catturando così la magia senza tempo, l’allure e il fascino di una donna che ha il desiderio di ammaliare accompagnata dalla sottile scia olfattiva della sua presenza o, in modo ancora più struggente, dall’indelebile ricordo della sua assenza.

envoutant francesca dell'oro

Il risultato è una composizione olfattiva avvincente come il nome che porta – Envoutant –  che racchiude il meglio di due talenti dalle differenti memorie olfattive ma un’unica e autentica passione per l’universo della profumeria d’autore. Karine Vinchon ha lavorato a cesello il calore aromatico della Normandia della sua infanzia, le cui radici affondano in un universo fatto di note ambrate e legnose, la predilezione per la potenza terrena del patchouli e del vetiver e il ricordo della vaniglia Bourbon che accompagnava la dolcezza fanciullesca delle madeleines del nonno pasticcere.

A tale impronta decisa di materie prime ancestrali si fonde, in totale armonia, lo stile eclettico e moderno di Francesca Dell’Oro che delinea e definisce, in punta di pennello, un’immagine femminile forte e delicata avvolta dalle note dolci e speziate della davana, uno dei fiori dedicati a Shiva, la divinità indiana della trasformazione, e il cuore lattescente e cremoso come polpa di frutta dell’osmanthus, simbolo orientale dell’amore e del romanticismo.

L’ipnotica fragranza di Francesca Dell’Oro prosegue il suo viaggio accompagnata dal tocco aromatico di zafferano e la grazia fragrante di rosa e gelsomino che contengono tutta la vivacità di chi è libera di sentirsi bene nella propria pelle e indossa Envoutant con la medesima eleganza e nonchalance delle donne contemporanee disegnate dell’artista italiano René Gruau. Le dame su carta dell’illustratore più noto del ‘900, collaboratore delle più grandi firme della Haute Couture, sono capaci di condurre il gioco della seduzione con profonda leggerezza e una vertigine d’incanto e di charme. Le sue donne sprigionano una quieta energia e coinvolgono i sensi e l’intelligenza non appena pongono il loro sguardo sul mondo.

envoutant francesca dell'oro

Questa femminilità appassionata e incendiaria sembra affiorare da una profonda distesa di rosso, così potente da catturare l’attenzione di chiunque entri nella sua affascinante orbita, la sua silhouette vestita dal colore della notte si staglia languida in tutta la sua bellezza mentre un prezioso ed essenziale filo cangiante di perle sottolinea i volumi del corpo fino alla spalla scoperta color avorio. Il potente lavoro immaginativo, dai tratti decisi e dalle tinte forti, sembra afferrare a pieno la carnalità gioiosa e imprevedibile di Envoutant, uno scrigno olfattivo di sensibilità femminili e tutto il fascino di una moderna Afrodite, luminosa come una fiamma e sensuale come un passo di danza.

Piramide olfattiva Envoutant – Francesca Dell’Oro
Note di Testa: zafferano, davana, coriandolo
Note di Cuore: assoluta di rosa, gelsomino Sambac, osmanto
Note di Fondo: legno di oud, patchouly indonesiano, vetiver di Haiti, ambra, vaniglia Bourbon

Concentrazione e Formato Envoutant – Francesca Dell’Oro
Eau de Parfum, 100 ml

Silvia Levanti, martedì 28 giugno 2016

Partecipa alla discussione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi Articoli

Cenere di Araba Fenice

Esplorazioni olfattive

Scopri di più su Francesca Dell'Oro

Un kiss alla frutta

Ossessione fiorita

Un jus che pulsa di vita

Chi sarà mai Ambrosine?