28.07 Happy Birthday Karl Bradl

Segni particolari: occhi di ghiaccio e senso estetico tra i più raffinati e colti, negli ultimi anni ha incasellato un successo dietro l’altro, diventando in pochissimo tempo un personaggio molto amato e stimato dagli annusatori seriali di profumo.

karl bradl

Oggi – 28 Luglio – facciamo gli auguri di Buon Compleanno a Karl Bradl, deus ex machina con Robert Gerstner della maison Aedes de Venustas e fondatore insieme a Carlos Quintero del brand Nomenclature.

Timido senza riserve e poco incline a stare sotto i riflettori, cresce in una piccola città tedesca fino all’età di 18 anni, quando decide di trasferirsi a Monaco dove comincia a coltivare un talento innato per la bellezza fatta profumo trascorrendo tutto il suo tempo libero nelle profumerie della capitale bavarese. E’ proprio a Monaco che Bradl conosce Robert Gerstner: con lui inizia a pianificare la sua fuga a New York, meta sognata fin da bambino, con l’ambizioso progetto di aprire la prima profumeria di ricerca della Grande Mela e presentare così marchi “difficili da trovare”, caratterizzati da una produzione limitata e da un alto contenuto artistico.

Un sogno che si concretizza nel 1995 con l’apertura di Aedes Perfumery, affascinante salotto di piaceri olfattivi del West Village che, dopo pochi mesi dall’inaugurazione, viene eletto dalla stampa di tutto il mondo “il tempio della bellezza” trasformandosi velocemente in luogo di pellegrinaggio e indirizzo cult degli amanti dei profumi di nicchia. Immerso in un’atmosfera quasi onirica, tra velluti color porpora, bottiglie di cristallo e composizioni floreali barocche, ben presto Bradl si rivela un raffinato fragrance scout capace di appagare i desideri olfattivi della clientela più esigente e di “annusare” il successo in collezioni pressoché sconosciute.

La mia passione per le fragranze è iniziata quando mia mamma mi ha regalato una bottiglia di profumo firmata Rothchild per Natale nei primi anni ’80”, racconta Bradl. Da quell’episodio passano quasi trent’anni e tanti viaggi in giro per il mondo alla ricerca di luoghi dove nutrire l’immaginazione, prima che il creatore tedesco decida insieme a Robert Gerstner di dare forma al suo concetto di haute parfumerie. Nasce nel 2012 la prima fragranza Aedes de Venustas, un chypre che stratifica rabarbaro, emozione e incenso a firma Bertrand Duchaufour, che inaugura una serie di composizioni di rara eleganza: Iris Nazarena, Oeillet BengaleCopal Azur, Palissandre d’Or, fino alla recente Cierge de Lune.

A conferma del suo straordinario fiuto nell’anticipare le tendenze di domani, affiancato da Carlos Quintero nel 2015 crea Nomenclature, inno ai profumi molecolari e visionario manifesto della profumeria del futuro.

In attesa di conoscere la sua prossima creazione, auguriamo a Karl Bradl ancora tanto successo e un milione di giorni felici!

Simona Savelli, giovedì 28 luglio 2016

Partecipa alla discussione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *